Hills with trees
Cutting weed
Parti di ricambio + Assistenza post vendita
5% di sconto
dal secondo prodotto
Pronta Consegna +
Spedizione Gratuita

Trattorino tagliaerba | rasaerba | tosaerba

Acquista diretto da AGRIEURO, senza venditori terzi ► Solo PRODUTTORI Selezionati & Autorevoli ► Gestione ASSISTENZA POSTVENDITA + PEZZI DI RICAMBIO per Trattorini tagliaerba

filtri
Nessun filtro selezionato

Trattorini tagliaerba

Trattorini Tagliaerba

Trattorini rasaerba: quando acquistarne uno?

Il trattorino tagliaerba si configura come la macchina da giardino per eccellenza qualora ci si trovi di fronte alla necessità di tagliare prati di grandi dimensioni.
Si tratta infatti di un mezzo in grado di rendersi addirittura imprescindibile nel caso in cui le superfici da lavorare siano davvero molto estese, fin troppo perché i comuni tagliaerba o i decespugliatori possano costituire la giusta soluzione.

L’utilizzo di un trattorino rasaerba diventa allora lo strumento capace di fare la differenza in termini di comodità, risultati e risparmio di tempo, nonché di sforzi fisici di fatto inesistenti. Guidare un trattorino tosaerba non è soltanto semplice, ma può anche divenire un'esperienza piacevole e divertente.

Trattorini tagliaerba: una gamma per tutti i gusti ed esigenze

Una prima distinzione all'interno dell'ampia categoria dei trattorini tosaerba riguarda direttamente la struttura dei macchinari presenti sul mercato:
il catalogo include infatti sia i trattorini classici, caratterizzati da un prominente cofano anteriore, sia la la più recente serie di trattorini rider, dalle dimensioni più compatte in quanto privati del cassone, nonché dotati di piatto con un’unica lama e pertanto destinati a superfici di taglio più ridotte.
Questi ultimi modelli vengono infatti ad oggi spesso acquistati in sostituzione di un rasaerba, con la pura finalità di curare il prato da seduti.

Fin da subito emerge dunque che le differenze tra un trattorino rider ed un trattorino classico non sono soltanto estetiche, ma anche strutturali e funzionali.
I trattorini rasaerba classici sono solitamente utilizzati per lo sfalcio dell'erba più alta e per la cura di superfici più estese. I piccoli trattorini tosaerba rider sono strutturalmente più essenziali e nascono per la cura dei prati che presentano molti ostacoli, come piante e siepi, in virtù della loro agilità e maneggevolezza, del peso ridotto e del poco ingombro. Di conseguenza, la loro semplicità costruttiva fa sì che tali strumenti montino motori più piccoli ed economici.

Negli ultimi anni l'evoluzione tecnologica sta conducendo il mercato alla diffusione sempre più consistente dei trattorini rider alimentati a batteria al litio.
Tali macchinari offrono le stesse caratteristiche e prestazioni dei trattorini rider a scoppio senza presentare gli oneri dovuti alle frequenti operazioni di manutenzione.

Un'altra fondamentale fonte di distinzioni cruciali tra i due trattorini tosaerba in questione riguarda la posizione del motore.
I trattorini rider infatti presentano quest'ultimo nella posizione posteriore, ovvero dietro al sedile e non all'interno del cofano. Ciò garantisce alla macchina una maggiore maneggevolezza. I trattorini rider, inoltre, non possiedono un muso allungato e ciò permette loro di divincolarsi con maggiore agilità tra gli ostacoli, come piante e aiuole. L’assenza del motore nella parte anteriore del trattorino, e di conseguenza l’assenza del musetto allungato, consente anche una maggiore visibilità, assicurando una visione a 360 gradi sul manto erboso.

Questa categoria include anche trattorini da giardino frontali, dotati di piatto di taglio anteriore: ciò consente loro di arrivare in luoghi dove i classici trattorini non riescono ad arrivare, ad esempio sotto le panchine, lungo le siepi, intorno ad alberi e arbusti, nonché di lavorare su terreni ripidi e in pendenza.
Una delle caratteristiche principali di questi trattorini è inoltre lo sterzo articolato, il quale garantisce una manovrabilità e maneggevolezza eccezionali. Il taglio frontale garantisce per di più una precisione di entità superiore, scaturita dalla presenza delle lame sul davanti. Ciò permette di decidere una direzione prendendo come riferimento ideale il piatto di taglio stesso.

Infine, i trattorini ZRT a raggio zero prevedono un sistema di guida più complesso, essendo di fatto manovrabili tramite delle apposite leve.
Si tratta pertanto di modelli di natura professionale, i quali richiedono un’esperienza maggiore rispetto agli altri modelli di trattorini. Si tratta di strumenti progettati per garantire spostamenti più precisi e, soprattutto, la possibilità di compiere manovre a 360°.

Quali sono i sistemi di taglio propri dei trattorini rasaerba?

Un trattorino tagliaerba può offrire diverse soluzioni sia per taglio dell'erba che per lo smaltimento dei residui che ne derivano.
Ciò permette di suddividere i trattorini in base a tre diversi sistemi:

  • Il sistema di scarico è la forma più semplice di gestione dei residui d’erba, in quanto di fatto il trattorino rasaerba non è provvisto un vero e proprio sistema di raccolta o polverizzazione dell’erba.
    Spesso infatti, non a caso, i trattorini dotati solamente di tale sistema di taglio sono anche quelli più economici.
    Tutti i residui di erba vengono in pratica semplicemente scaricati a terra tramite un’apertura laterale durante l'intero processo di rasatura del prato.
    Va da sé che, adottando tale soluzione, a lavoro ultimato sarà necessario dedicarsi manualmente alla raccolta ed allo smaltimento dei residui.
  • Il sistema di raccolta viene incluso dalla maggioranza dei trattorini tosaerba in commercio: il mezzo in questo caso presenta un cesto per la raccolta dei residui, permettendo all'erba tagliata di essere depositata all’interno del sacco che, a secondo del modello del trattorino, avrà una capacità di raccolta più o meno elevata.
    I residui di erba non si disperderanno pertanto sul terreno, riempiendo un cesto che dovrà soltanto essere svuotato una vuota pieno.
    Tale operazione potrà anche essere anche svolta restando comodamente seduti sul trattorino, utilizzando l’apposito manico posto direttamente sul sacco di raccolta.
  • Il sistema mulching può essere incluso di serie in un trattorino, ma può anche essere aggiunto alle sue modalità di taglio munendosi dell’apposito dispositivo.
    Normalmente, un trattorino che presenti un taglio mulching di serie si classifica come modello professionale, essendo esso il miglior metodo di rasatura del prato sulla piazza.
    Il trattorino rasaerba mulching presenta delle particolari e specifiche lame, le quali permettono di centrifugare e polverizzare l’erba, che verrà a sua volta equamente distribuita su tutta la superficie del prato.
    Le minuscole particelle di erba non galleggeranno sul manto erboso appena rasato, ma andranno a depositarsi direttamente a contatto con il terreno, decomponendosi in tempi davvero brevi e fungendo in tal modo da concime per nuovo prato.

Trattorini tosaerba: cosa occorre conoscere?

Il catalogo offre esemplari di trattorini tagliaerba prodotti dai migliori marchi, appartenenti a qualsiasi fascia di prezzo, in base alle diverse esigenze ricercate, nonché alle preferenze personali.
Tra i brand di fiducia nel settore dei rasaerba rientrano, tra gli altri, produttori noti per la qualità e l'affidabilità dei propri strumenti, tra i quali Stiga, Castelgarden, MTD e Alpina.

Il motore costituisce, ovviamente, una componente fondamentale del trattorino rasaerba. Molti modelli in vendita presentano un motore marchiato dal produttore del trattorino stesso, ed in tal caso si tratta di motori di elevata qualità, generalmente di fabbricazione cinese.
I brand storici come ad esempio Honda, Kawasaki e Briggs & Stratton rappresentano sicuramente il top della categoria e si pongono senza dubbio come una garanzia assoluta in termini di qualità, performance e affidabilità.
Per quanto concerne le tipologie di motore, la maggior parte dei trattorini tagliaerba è dotata di motore a scoppio, anche se incalzante è la proliferazione dei modelli alimentati da batteria a litio.

Qualora si sia orientati verso i trattorini con motore a scoppio, diventerà importante valutarne cilindrata e potenza in base all’ampiezza del giardino da curare. Per spazi verdi inferiori ai 2000 m² quadrati sarà opportuno optare per trattorini con cilindrata media, provvisti di motore monocilindrico a 13 HP.
In caso di grandi giardini, entro i 14000 m², sarà invece consigliabile selezionare trattorini con motori dalla cilindrata elevata, con motori bicilindrici a 22 HP.

Per scegliere il trattorino tagliaerba più adatto alle proprie esigenze sarà inoltre necessario considerare la potenza nominale del trattore.
La potenza nominale è in genere proporzionata alla dimensione del trattorino, tuttavia, in le potenze più alte si rendono generalmente opportune nel momento in cui le estensioni di terreno da lavorare si presentano piuttosto ampie, o qualora non l’erba non venga curata con frequenza regolare. I motori considerati come piccoli sono quelli fino a 10 HP, quelli di media potenza vanno da 10 a 13 HP, quelli di potenza medio-alta sono da 14 ai 17 HP, mentre i motori grandi vanno oltre i 18 HP.

Come usare i filtri

Verrà ora fornita una GUIDA VELOCE all’acquisto in questa vastissima rassegna di trattorini tagliaerba per individuare, in pochi semplici passaggi, il modello più adatto alle proprie necessità. Verrà dunque indicato come utilizzare al meglio i FILTRI, grazie ai quali attuare una veloce quanto efficace selezione. Si ricorda inoltre che su ognuno di essi sarà possibile attuare anche molteplici selezioni.

I primi due filtri, MARCA e PREZZO, riguardano fattori puramente soggettivi e non necessitano di particolari suggerimenti. ci concentreremo direttamente sui successivi, cioè quelli di natura tecnica.

  • Nella scelta di un trattorino tosaerba occorre innanzitutto considerare il LIVELLO PRODOTTO: è fondamentale riflettere sull’intensità e la frequenza di utilizzo alle quali è destinato il trattorino tagliaerba, e selezionare un livello sufficientemente alto a soddisfarle.
  • SUPERFICIE MASSIMA CONSIGLIATA: è senza dubbio il più importante dei filtri da utilizzare, in quanto restringerà il cerchio esclusivamente ai prodotti idonei ad una specifica estensione di taglio.
  • LARGHEZZA DI TAGLIO: la funzione di questo filtro si collega direttamente a quella del precedente, riguardando l'estensione delle lame e, di conseguenza, l'area erbosa che esse potranno recidere al passaggio del rasaerba. Per fornire un'idea sommaria dell'importanza di questa caratteristica in relazione all'estensione del proprio giardino, si può affermare che i piatti di taglio sotto gli 80 cm si considerano piccoli, dagli 80 ai 100 cm sono medi, al di sopra dei 100 cm si considera una dimensione di taglio grande;
  • TIPOLOGIA: in virtù di quanto precedentemente descritto, questo filtro riguarda la struttura del trattorino tagliaerba più idonea alle proprie necessità.
  • CILINDRATA e POTENZA NOMINALE: proprio come illustrato, si consiglia di selezionare potenze più alte in caso di prati e giardini dall'estensione di notevole portata, o qualora le operazioni di taglio dell’erba non avvengano con frequenza regolare, ma anche nella circostanza in cui la vegetazione risulti più alta del previsto.
  • MARCA MOTORE: questo filtro dovrà senz'altro essere regolato in base ai gusti personali. Tuttavia, resta un dato di fatto come i brand storici siano sempre una garanzia di qualità, affidabilità e longevità, come ad esempio sono Briggs & Stratton o Kawasaki.
  • TIPO CAMBIO: Esistono fondamentalmente tre tipi di cambi nel mondo dei trattorini.
    • Il tradizionale cambio meccanico a marce è senza dubbio il più economico e può essere considerato come il meno pratico, pur risultando comunque robusto ed affidabile.
    • Il cambio automatico presenta la medesima affidabilità, ma è più versatile nell’uso in quanto consente, a differenza del cambio a marce, di variare la velocità durante la corsa, senza obbligare il guidatore a fermarsi ogni qual volta se ne presenti il bisogno.
    • Il cambio idrostatico è il più costoso ma anche il più affidabile, in virtù del suo funzionamento ad olio idraulico e non ad ingranaggi. Tale cambio risulta inoltre più versatile grazie alla possibilità che offre di variare la velocità del trattorino durante il suo movimento. Una sua variante è costituita dal cambio idrostatico 4×4, il quale presenta gli stessi vantaggi del precedente ma aggiunge al trattorino tagliaerba l'opportunità di poter lavorare in pendenze un poco più marcate.

  • AZIONAMENTO LAME: i trattorini tosaerba in commercio presentano in molti casi la classica attivazione meccanica a leva delle lame di taglio. Alcuni modelli propongono l’innesto elettromagnetico, senza dubbio più silenzioso, privo di vibrazioni e particolarmente longevo.

Trattorini tagliaerba: scegli quello giusto

Combinando insieme i filtri finora illustrati, è stato possibile suddividere la categoria dei trattorini rasaerba in differenti e peculiari sotto-categorie, al fine di semplificare la scelta in base alle caratteristiche ricercate:

Il catalogo include anche una ricca scelta di carrelli, rampe ed altri accessori da traino per implementare la versatilità del trattorino tagliaerba.


Tutto per Taglio e manutenzione del prato . Con una ampia gamma di 129 Trattorini tagliaerba al miglior prezzo del web.


Scopri il Catalogo 2023 AgriEuro di Trattorini rasaerba a scoppio o Trattorini elettrici a batteria
Costantemente arricchito e aggiornato.

Ultimo aggiornamento 03/10/2023