Hills with trees
Cutting weed
Parti di ricambio + Assistenza post vendita
5% di sconto
dal secondo prodotto
Reso gratuito 30 giorni

Motoseghe

Acquista diretto da AGRIEURO, senza venditori terzi ► Solo PRODUTTORI Selezionati & Autorevoli ► Gestione ASSISTENZA POSTVENDITA + PEZZI DI RICAMBIO per Motoseghe

filtri
Nessun filtro selezionato

Le migliori motoseghe in offerta

Le migliori offerte sulle motoseghe a scoppio, elettriche e a batteria

In questa categoria sono raccolte tutte le motoseghe a scoppio, elettriche e a batteria fabbricate dai maggiori produttori mondiali vendute all’interno del nostro e-commerce.

Quando si acquista un utensile come una motosega da utilizzare in operazioni delicate e potenzialmente pericolose come quelle che riguardano il taglio del legno o l'abbattimento di alberi, conviene sempre puntare sulla qualità e quindi affidarsi ai produttori più importanti. I marchi rinomati come McCulloch, Echo, Makita, e altri, garantiscono una qualità costruttiva superiore e prestazioni affidabili nel tempo. Queste aziende investono in ricerca e sviluppo per offrire tecnologie innovative e soluzioni avanzate che migliorano l'efficienza e la sicurezza durante l'uso. Optare per i migliori marchi di motoseghe significa investire in durata, prestazioni e tranquillità.

Scopri il nostro catologo per trovare la motosega più adatta alle tue esigenze.

Le migliori motoseghe in base alle tue esigenze

La ricerca della miglior motosega in base alle proprie esigenze potrebbe risultare complicata. Per questo ti mettiamo a disposizione dei filtri di ricerca avanzati per restringere la scelta a pochi modelli di motoseghe, una volta selezionate le caratteristiche essenziali di tuo gradimento.

In particolare, abbiamo suddiviso le motoseghe in base alla tipologia di:

  • alimentazione: a scoppio, elettriche o a batteria;
  • esigenze di utilizzo: da potatura o da taglio;
  • caratteristiche tecniche: come la cilindrata di una motosega o la lunghezza della barra di taglio;
  • dispositivi di sicurezza.

Motoseghe a scoppio, elettriche (elettroseghe) o a batteria

Una prima e più immediata distinzione riguarda la tipologia di alimentazione delle motoseghe. Sarà infatti possibile acquistare:

  • motoseghe a scoppio. Alimentate da un motore a miscela (benzina + olio), se a 2 tempi, o a benzina, se a 4 tempi, sono potenti e ideali per tagli intensivi e prolungati. Queste motoseghe sono particolarmente apprezzate in ambito professionale per la loro affidabilità e per la capacità di affrontare tronchi di grandi dimensioni. Il loro principale svantaggio risiede nella necessità di manutenzione regolare e nell'emissione di gas di scarico.
  • motoseghe elettriche (230V) o elettroseghe. Rappresentano un ottimo compromesso tra potenza e praticità. Richiedono l'accesso a una presa elettrica ma offrono una buona potenza costante, rendendole adatte per lavori domestici e di giardinaggio. Sono più silenziose rispetto alle motoseghe a scoppio e richiedono meno manutenzione
  • motoseghe a batteria. Offrono la massima libertà di movimento, eliminando il fastidio dei cavi. Sono particolarmente adatte per lavori che richiedono mobilità e sono apprezzate per la loro relativa silenziosità. Tuttavia, la durata della batteria e la potenza possono essere limitate rispetto ad altre tipologie di motoseghe.

Motoseghe per ogni diversa esigenza: quale scegliere?

Dopo aver classificato le motoseghe in base alla loro tipologia di alimentazione, possiamo applicare un ulteriore suddivisione in base al loro utilizzo. Possiamo quindi distinguerle in motoseghe da:

Abbiamo esaminato le loro caratteristiche principali e differenze qui di seguito.

Motoseghe da potatura

Le motoseghe da potatura si distinguono dalle altre per la loro tipica impugnatura a ferro da stiro che le rende adatte a poter essere utilizzate con una sola mano.

Questi strumenti sono a loro volta suddivisi in due gruppi in base alla loro cilindrata:

Motoseghe da taglio o abbattimento

Le classiche motoseghe da taglio e abbattimento, grandi e potenti, hanno una cilindrata ben più alta rispetto a quelle da potatura. Questi strumenti sono adatti al piccolo taglio ma soprattutto al lavoro gravoso per tagli medi o grandi, ed in generale per tutti gli utilizzi che le piccole motoseghe da potatura non possono sostenere.

Anche questi modelli sono suddivisi in tre grandi categorie:

  • Motoseghe da taglio leggere (30cc - 39cc): si tratta degli strumenti ideali per chiunque necessiti di una motosega con doppia impugnatura piccola, sicura e comoda da trasportare. Pensate per un hobbista o per il professionista che desideri una motosega da taglio tuttofare molto leggera, questi macchinari uniscono alla leggerezza la sicurezza e la presa salda. Motoseghe di questo tipo sono adatte per le potature in giardino e per tagli di albero di piccolo fusto.
  • Motoseghe da taglio medie (40cc - 49cc): macchine più complesse che richiedono maggiore esperienza. Possono essere usate per la sramatura e l’abbattimento di piccoli fusti. Richiedono rigorosamente l’utilizzo di entrambe le mani.
  • Motoseghe da taglio grandi (50cc - 60cc): macchine da abbattimento dotate di grande potenza. Sono dotate di impugnatura solida ed ergonomica, in modo tale che ne venga mantenuta una presa salda e sicura. Solitamente godono di un sistema semplice e veloce di montaggio e smontaggio della spranga, unito ad un agevole tensionamento della catena.

Barra e cilindrata: le caratteristiche tecniche che fanno la differenza nella scelta di una motosega

Quando si tratta di scegliere la miglior motosega, ovvero quella più adatta alle proprie esigenze, non si possono di certo trascurare alcune caratteristiche tecniche fondamentali che influenzano direttamente le prestazioni e l'efficacia dell'attrezzo.

In particolare, ci riferiamo a:

  • Tipologia e lunghezza della barra: determinata dal tipo di lavoro da svolgere, incide direttamente sulla portata e la precisione dei tagli.
  • Cilindrata della motosega. La cilindrata del motore definisce la potenza e la capacità di affrontare lavori di diversa entità.
  • Dispostivi di sicurezza. Sono fondamentali per evitare spiacevoli incidenti o infortuni durante l’uso della motosega

Qui di seguito esaminiamo attentamente queste caratteristiche.

Tipologia e lunghezza della barra

La barra, o spranga, di una motosega è la componente in metallo che tiene in guida la catena. Va da sé che la sua lunghezza debba sempre essere proporzionata ai lavori da eseguire, tenendo in considerazione anche la potenza del motore.

Inoltre, esistono essenzialmente due tipologie di barra:

  • carving. La barra carving è facilmente riconoscibile per la sua forma affusolata in punta ed è specifica per tagli di precisione
  • classica. La barra standard ha una forma più lineare e alla sua estremità presenta una rotella mobile.

Precisiamo però che questa differenziazione può essere affrontata esclusivamente per le motoseghe da potatura, che solitamente hanno una cilindrata che varia dai 20cc ai 30cc.

La cilindrata di una motosega

La cilindrata della motosega deve essere strettamente correlata al tipo di utilizzo previsto ed alla frequenza d’uso. Tagli di grandi dimensioni richiedono maggiore potenza, mentre chi necessita di operare tagli di piccolo diametro potrà optare per una macchina maneggevole e versatile.

E' bene ricordare che la /strong>cilindrata di una motosega viene espressa in centimetri cubici (cc). Questi rappresentano lo spazio disponibile (volume) per l'aria ed il carburante nella camera di scoppio.

Inoltre, la cilindrata è strettamente correlata al peso della motosega: più grande è la cilindrata, maggiore sarà il peso dello strumento.

I cavalli, espressi con l’unita di misura Cv o HP (1cv= 0,98631 HP ) indicano la potenza del motore. E' bene tenere presente che motori della stessa cilindrata possono comunque esprimere potenze diverse.

Dispositivi di sicurezza per Motosega

Oltre ai all'abbigliamento e agli accessori antinfortunistici (guanti, tute, scarpe antinfortunistica ed elmetto) che è obbligatorio indossare quando si utilizza una motosega, precisiamo che anche le stesse motoseghe sono dotate di alcuni sistemi di sicurezza, uno su tutti il freno catena. Quest'ultimo permette di bloccare lo scorrimento della catena in caso di sobbalzo e si attiva quando la protezione, posta davanti all’impugnatura, viene spinta in avanti.

Consigli per una corretta manutenzione delle motoseghe

La manutenzione delle motoseghe è un aspetto cruciale per garantire la loro longevità e funzionalità ottimale. Seguire una routine di manutenzione regolare è essenziale per mantenere le motoseghe sicure ed efficienti. Qui di seguito, abbiamo raccolto passaggi principali per una corretta manutenzione di questi apparecchi:

  • Controllo della catena. Verificare regolarmente che la catena sia affilata e correttamente tensionata. Una catena ben affilata e adeguatamente tesa riduce il rischio di incidenti e migliora l'efficacia del taglio.
  • Pulizia del filtro dell'aria. Mantenere il filtro dell'aria pulito è fondamentale per il buon funzionamento del motore. Un filtro ostruito può ridurre le prestazioni della motosega e aumentare il consumo di carburante.
  • Controllo del lubrificante per la catena. Assicurarsi che la motosega sia sempre fornita di un adeguato livello di lubrificante per catena. Questo passaggio è vitale per prevenire l'usura precoce della catena e della barra di guida.
  • Ispezione della barra di guida. Controllare la barra di guida per eventuali segni di usura o danneggiamenti. Una barra in buone condizioni assicura che la catena si muova in modo uniforme e preciso.
  • Sostituzione delle parti usurate. Componenti come la catena, la barra di guida e il filtro dell'aria dovrebbero essere sostituiti non appena mostrano segni evidenti di usura. Utilizzare sempre parti di ricambio originali o consigliate dal produttore.
  • Pulizia generale. Dopo ogni utilizzo, è consigliato pulire la motosega da residui di legno, polvere e sporco. Una pulizia accurata previene l'accumulo di detriti che possono interferire con il funzionamento della motosega.

Seguire questi passaggi per la manutenzione delle motoseghe aiuterà a preservarne l'efficienza e la sicurezza nel tempo. Ricordate sempre di consultare il manuale dell'utente della vostra specifica motosega per raccomandazioni di manutenzione dettagliate e specifiche.

I migliori marchi di motoseghe

Il catalogo può contare sulla presenza di nomi leader nella fabbricazione delle motoseghe. Proprio come per altre tipologie di prodotto, scegliere un marchio serio, conosciuto e fidato vuol dire optare per qualità e sicurezza. I brand che si consiglia di tenere a mente qualora si decida di acquistare una motosega - sia essa hobbistica o professionale - sono:

Generalmente, le motoseghe di alta qualità offrono un'impugnatura ergonomica e sicura, ideale per un uso continuativo nel taglio o abbattimento di alberi. Tra i marchi più popolari e affidabili, troviamo Echo, Alpina e McCulloch. Le motoseghe Alpina, ad esempio, sono note per la loro affidabilità, grazie a un potente motore a benzina, un sistema antiribaltamento e una catena affilata che garantisce un taglio netto e preciso. L'impugnatura ergonomica di queste motoseghe assicura una presa sicura e stabile durante il taglio di legname di grandi dimensioni. Inoltre, il sistema di sicurezza integrato impedisce l'utilizzo della motosega se la presa non è salda.

McCulloch, un prestigioso marchio americano, offre un'ampia gamma di motoseghe di alta qualità, adatte a diverse esigenze e budget. Altri marchi che offrono motoseghe a scoppio di fascia economica ma con buona potenza sono Efco, Einhell, Hyundai e Makita. Scegliere la motosega giusta per le tue esigenze è fondamentale per garantire la massima sicurezza e performance durante l'uso. Considera attentamente le caratteristiche offerte dai diversi marchi e modelli per trovare la motosega ideale per te.

FAQ sulle motoseghe

Quanti anni dura una motosega?

La durata di una motosega dipende da diversi fattori, tra cui:

  1. la frequenza d’uso,
  2. l'intensità d'uso,
  3. la qualità dei materiali,
  4. la manutenzione regolare.

In generale, possiamo affermare che:

  • una motosega professionale può durare fino a 10-15 anni o anche di più, con un uso intensivo e una manutenzione adeguata.
  • per le motoseghe hobbistiche ci si può aspettare una durata di circa 5-10 anni, sempre che vengano mantenute correttamente.

Come affilare la catena di una motosega?

Per mantenere le prestazioni ottimali della tua motosega, è consigliabile affilare la catena regolarmente. Per le motoseghe ad uso professionale, questo potrebbe significare affilare la catena ogni 8-10 ore di utilizzo intensivo. Per le motoseghe hobbistiche, un'affilatura ogni 10-15 ore di utilizzo potrebbe essere sufficiente.

Per rispondere alla domanda: "Come si affila la catena di una motosega?" abbiamo riassunto gli step principali qui di seguito.

  • Strumenti necessari. Per affilare correttamente la catena della motosega, avrai bisogno di una lima rotonda apposita per catene, un affilatore e una guida per mantenere l'angolo corretto durante l'affilatura.
  • Procedura di affilatura. Assicurati che la motosega sia spenta e la catena sia bloccata prima di iniziare. Utilizzando la lima rotonda, affila ogni dente della catena seguendo l'angolazione originale della lama. Ricorda di affilare ogni dente nella stessa direzione per garantire un taglio uniforme.
  • Controllo della tensione. Dopo l'affilatura, controlla la tensione della catena e regolala se necessario. Una catena troppo tesa o troppo allentata può compromettere le prestazioni della motosega e aumentare il rischio di incidenti.

Come pulire la pompa dell’olio di una motosega?

Per pulire la pompa dell’olio di una motosega avrai bisogno di un cacciavite a croce o a taglio, un panno pulito, una spazzola morbida e un solvente per pulire la pompa dell'olio.

A questo punto dovrai seguire questi passaggi:

  1. Spegni la motosega e rimuovi la barra e la catena.
  2. Utilizzando il cacciavite, svita i bulloni che fissano la copertura della pompa dell'olio. .
  3. Rimuovi con attenzione la copertura e controlla l'interno della pompa per eventuali residui di segatura o sporco.
  4. Pulisci delicatamente l'interno della pompa con un panno pulito e una spazzola morbida in modo da rimuovere qualsiasi residuo.
  5. Assicurati che la pompa sia completamente asciutta prima di rimontare la copertura.

Infine ti ricordiamo che la per le motoseghe ad uso professionale, si consiglia di pulire la pompa dell'olio ogni 25-30 ore di utilizzo intensivo. Per le motoseghe hobbistiche, una pulizia ogni 30-40 ore di utilizzo potrebbe essere sufficiente.

Come montare la catena di una motosega?

Per capire come montare correttamente la catena di una motosega segui questi passaggi:

  1. Spegnete la motosega: Prima di iniziare qualsiasi operazione, assicuratevi che la motosega sia completamente spenta e che il motore sia freddo.
  2. Rimuovete la barra e la vecchia catena: Utilizzando gli strumenti appropriati, come una chiave a brugola o una chiave a dado, allentate le viti o i dadi che tengono la barra della motosega in posizione. Rimuovete la barra e la vecchia catena con cautela.
  3. Pulite la barra: Prima di montare la nuova catena, assicuratevi che la barra della motosega sia pulita e priva di residui di segatura o sporco. Utilizzate un panno pulito o una spazzola per rimuovere eventuali detriti.
  4. Controllate la tensione della catena: Assicuratevi che il dispositivo di tensionamento della catena sia regolato correttamente per permettere l'installazione della nuova catena
  5. Installate la nuova catena: Posizionate la nuova catena sulla barra della motosega assicurandovi che i denti di taglio siano rivolti verso l'anteriore della motosega. Assicuratevi che la catena sia correttamente allineata con la scanalatura della barra.
  6. Posizionate la barra e la catena: Una volta che la catena è stata installata correttamente sulla barra, posizionate la barra e la catena sulla motosega, facendo attenzione a far passare la catena intorno alla puleggia e al pignone.
  7. Tensionate la catena: Utilizzate il dispositivo di tensionamento della catena per regolare la tensione della catena. Assicuratevi che la catena sia tesa correttamente ma non troppo stretta, in modo da consentire un corretto funzionamento durante il taglio.
  8. Fissate la barra: Una volta che la catena è stata tesa correttamente, fissate saldamente la barra alla motosega stringendo le viti o i dadi con gli strumenti appropriati.
  9. Controllate la tensione della catena Dopo aver montato la nuova catena, controllate nuovamente la tensione della catena e regolatela se necessario.

Come regolare il carburatore della motosega?

Regolare correttamente il carburatore della motosega è fondamentale per garantire un funzionamento ottimale del motore, massimizzando la potenza e riducendo il consumo di carburante. Una regolazione impropria può causare problemi di avviamento, perdita di potenza e danni al motore nel lungo periodo.

Se disponibili, assicurati sempre di seguire le istruzioni del produttore e di effettuare le regolazioni con cura e precisione. Altrimenti puoi seguire questi passaggi:

  1. Identificare i punti di regolazione: Prima di iniziare, individuate i punti di regolazione del carburatore sulla motosega. Questi possono variare a seconda del modello e del produttore.
  2. Preparare la motosega: Assicuratevi che la motosega sia completamente spenta e che il motore sia freddo prima di iniziare qualsiasi operazione di regolazione del carburatore.
  3. Accedere al carburatore: Utilizzando gli strumenti appropriati, come una chiave a brugola o un cacciavite, rimuovete il coperchio del carburatore per accedere ai punti di regolazione.
  4. Regolare la miscela aria/carburante: Utilizzando un cacciavite di regolazione, trovate le viti di regolazione della miscela aria/carburante sul carburatore. Regolate queste viti girandole delicatamente in senso orario o antiorario fino a ottenere la miscela corretta.
  5. Verificare la miscela: Avviate la motosega e lasciatela funzionare per alcuni minuti. Sentite il suono del motore e osservate il colore del fumo di scarico. Una miscela aria/carburante corretta dovrebbe produrre un suono uniforme e un fumo di scarico di colore chiaro o bluastro.
  6. Regolare l'acceleratore: Se necessario, regolate anche l'acceleratore per garantire una risposta uniforme e immediata quando viene azionato.
  7. Effettuare una prova pratica: Dopo aver regolato il carburatore, effettuate una prova pratica tagliando legna o eseguendo altre operazioni di taglio. Verificate il funzionamento della motosega in diverse condizioni e assicuratevi che risponda correttamente agli input.
  8. Effettuare eventuali ulteriori regolazioni: Se notate problemi durante la prova pratica, come una mancata accelerazione o un funzionamento irregolare, potrebbe essere necessario effettuare ulteriori regolazioni del carburatore.

Come regolare il carburatore della motosega?

Ecco una procedura dettagliata su come preparare correttamente la miscela per la tua motosega, garantendo prestazioni ottimali e durata prolungata del motore:

  1. Scegli il combustibile: Utilizza benzina senza piombo di alta qualità con un'ottima stabilizzazione del combustibile. Assicurati che sia fresca e priva di contaminanti.
  2. Seleziona l'olio: Scegli un olio per motore a 2 tempi di qualità, progettato specificamente per l'uso nelle motoseghe. Assicurati che l'olio sia miscelabile con la benzina nella proporzione raccomandata dal produttore.
  3. Dosi corrette: Consulta il manuale del proprietario della tua motosega per determinare la proporzione esatta di miscela benzina-olio raccomandata dal produttore. Solitamente, la miscela più comune è di 1 parte di olio per 50 parti di benzina, ma potrebbe variare a seconda del modello.
  4. Prepara il serbatoio: Utilizza un contenitore pulito e approvato per carburanti miscelati. Aggiungi la benzina al serbatoio nella quantità desiderata, quindi versa l'olio secondo le dosi raccomandate.
  5. Miscela accuratamente: Chiudi ermeticamente il serbatoio e agita energicamente per miscelare completamente la benzina e l'olio. Assicurati che la miscela sia omogenea prima di versarla nel serbatoio della motosega.
  6. Conservazione: Utilizza la miscela entro il periodo di tempo consigliato dal produttore e conservala in contenitori sigillati e al riparo dalla luce solare diretta e dal calore eccessivo.

Motoseghe: Domande e Risposte dei nostri clienti

Dopo 5 minuti che uso la motosega, se la spengo non si riaccende più. Come mai?

Domanda:
- Marco 2020-06-11
La mia motosega da fredda diciamo che parte senza troppi problemi... poi dopo 5 minuti che la uso, se la spengo non si riaccende più finchè che non si raffredda un pò.. cosa molto fastidiosa che mi fa perdere 15 minuti ogni volta. Avete già riscontrato e risolto questo problema?

Risposta:
- Giulio 2020-06-11
Le consiglio di cambiare la candela che è uscita all’interno, con una di migliore qualità, ho riscontrato anche io questo problema all’inizio, ho subito capito che il problema era la candela, quando l’ho smontata era quasi bruciata, dopo averla cambiata con una di qualità superiore, il problema non sì è più ripresentato

A che percentuale utilizzate la miscela?

Domanda:
- Danilo 2018-03-26
A che percentuale utilizzate la miscela?

Risposta:
- Luigi 2018-03-26
La miscela per la motosega deve essere fatta al 2%. Per quanto riguarda la fase di rodaggio, suggeriamo una miscela anche a 2,5%.

Faccio fatica a penetrare e tagliare rami da un paio di centimetri, come mai?

Domanda:
- Edi 2020-05-28
Salve, ho acquistato la motosega, funziona ma faccio fatica a penetrare e tagliare rami da un paio di centimetri, come mai? C'e' da fare wualcosa in particolare sulla catena?

Risposta:
- Gabriele 2020-05-29
Buongiorno, Accertati di aver montato correttamente la catena, rispettando il senso di taglio delle maglie. A frizione sbloccata e macchina spenta, la catena deve poter girare, spinta con una mano che indossa un guanto. Comunque tieni presente che laddove il taglio dovesse risultare difficoltoso (ti accorgi dall'energia che metti nello spingere), devi affilare le maglie. Io lo faccio con una limetta rotonda e di calibro idoneo ad entrare nelle piccole lame, mantenendo l'inclinazione giusta ed agendo prima in un senso e poi nell'altro. In ultimo, se acceleri la macchina con la lama inclinata sopra un foglio, devi vedere l'olio che segna il foglio. Prima di riporla puliscila bene, smontando anche la lama. È un'operazione di alcuni minuti ma te li ritrovi tutti con una macchina sempre in perfette condizioni. Io sono molto soddisfatto. Se ti occorre altro, chiedi.

- Angelo 2020-05-29
Sicuramente avrai montato la catena al contrario. Considera che ho acquistato la motosega già da più di un anno e non ho mai avuto problemi di questo tipo. L unico piccolo problema che ho riscontrato è la carburazione in alta quota, in quanto il carburatore montato non ha viti per regolazione.

- Alberto 2020-06-01
Anch'io ho acquistato una motosega qualche mese fa. Un po' di difficoltà di penetrazione l'ho avvertita ma su dei tronchi più grandi, 20-25 cm., cioè il limite max di taglio dell'attrezzo, non certo su rami di un paio di cm. Comunque ritengo che la cosa sia abbastanza normale per un piccolo attrezzo da potatura. Semmai puoi provare a fare una buona affilatura abbassando con la lima anche i dentini guida che si trovano tra i denti di taglio e sono quelli che regolano la penetrazione della lama. Debbono essere più bassi di 1-2 mm. rispetto alla linea superiore dei denti di taglio. Se la differenza è poca la lama non scende e gira a vuoto, se è troppa mangia troppo legno e si blocca non essendoci forza del motore a sufficienza per il taglio. Spero di essere stato utile

E' normale che ci sia un abbondante fuoriuscita di olio della c catena? Se no, potete consigliarmi cosa fare,

Domanda:
- Ivano 2020-08-11
Come già scritto qualche settimana fa ho ricevuto la motosega ordinata in breve tempo. Ho avuto modo di provarla solo dopo tre settimane dall'acquisto e volevo porvi una domanda -premettendo che ho giusto fatto qualche taglio di prova- : è normale che ci sia un abbondante fuoriuscita di olio della c catena? Se no, potete consigliarmi cosa fare, considerando che ho già registrato la vite del minimo. Vi ringrazio.

Risposta:
- Andrea 2020-08-12
A me non capita,... se fai i pieno di olio e dopo un giorno, non utilizzandola, è vuota allora c'è un problema. Un po' di fuoriuscita di olio è normale soprattutto se è nuova e se l'hai utilizzata senza tagliare legna o poco. Utilizzala un po' e vedi... un pieno di benzina e un pieno di olio, il consumo dei due elementi deve essere paritario. Terminato utilizzo controlla finita benzina dovrebbe essere finito anche olio, se uno finisce prima dell'altro non è regolare. ciao buon lavoro.

I pezzi di ricambio sono disponibili sempre da voi?

Domanda:
- Daniele 2020-12-03
Buonasera, in caso di qualche guasto o rottura, i pezzi di ricambio sono disponibili sempre da voi? Grazie

Risposta:
- Agrieuro 2020-12-03
Salve Assolutamente si. Il servizio ricambistica è disponibile per tutti i nostri clienti sugli articoli che hanno acquistato presso di noi ed è accessibile direttamente nel nostro sito www.agrieuro.com, le basta seguire pochi semplici passaggi: - Effettui l'accesso con l'indirizzo email utilizzato al momento dell'acquisto. - Vada nella sezione I MIEI ORDINI - Clicchi su ENTRA E VEDI I DETTAGLI DELL'ORDINE, in riferimento all'ordine per cui necessita di ricambi. - Clicchi sul pulsante ORDINA RICAMBI. A questo punto le se aprirà l'esploso della macchina dal quale potrà acquistare le parti di ricambio che le occorrono. Qualora l'esploso non fosse disponibile o avesse difficoltà ad individuare il pezzo necessario torni indietro e, anziché cliccare su ORDINA RICAMBI, clicchi su RICHIEDI ASSISTENZA.

Perché scegliere AgriEuro per le tue motoseghe?

Acquistare le motoseghe su AgriEuro significa godere di una serie di benefici unici che rendono la tua esperienza d'acquisto unica e conveniente.

  • La spedizione rapida e gratuita è un punto di forza di AgriEuro. Grazie ai nostri avanzati centri logistici, ogni acquisto viene processato con la massima efficienza, assicurando che la tua nuova motosega arrivi direttamente a casa tua senza costi aggiuntivi e nel minor tempo possibile.
  • Possibilità di ordinare pezzi di ricambio sempre disponibili. La durabilità dei nostri prodotti è garantita, ma in caso di necessità, puoi facilmente trovare e ordinare ogni pezzo di ricambio direttamente dal nostro sito.
  • Assistenza post-vendita curata e personalizzata. I. Il nostro team di esperti è sempre disponibile per fornire supporto tecnico, consigli sull'utilizzo dei prodotti e soluzioni rapide a qualsiasi problema.

Questi vantaggi rendono AgriEuro il partner ideale per chi cerca il meglio nel settore del giardinaggio e dell'agricoltura. Cosa aspetti a fare il tuo acquisto?

Tutto per Abbattimento, taglio e spacco del legno . Con una ampia gamma di 307 Motoseghe al miglior prezzo del web.

Scopri il Catalogo 2024 AgriEuro di Motoseghe a scoppio, elettriche, a batteria. Da Potatura o da Taglio

Costantemente arricchito e aggiornato.

Ultimo aggiornamento 20/05/2024